Bando Safe Working - io riapro sicuro. Contributi per interventi connessi alla sicurezza sanitaria a favore delle micro e piccole imprese lombarde

04/06/2020  - 153 letture     Territorio

Bando "Safe Working - io riapro sicuro". Contributi per interventi connessi alla sicurezza sanitaria a favore delle micro e piccole imprese lombarde

L’intervento di Regione Lombardia è finalizzato a sostenere le micro e piccole imprese lombarde che sono state oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza all’emergenza epidemiologica Covid-19, al fine di adottare le misure adeguate alla ripresa in sicurezza dell’attività d’impresa sia per i lavoratori, sia per i clienti/utenti, sia per i fornitori.

Descrizione

La Misura "Safe Working", i cui criteri sono stati approvati con la Delibera di Giunta regionale XI/3110 del 05/05/2020, intende sostenere le micro e piccole imprese lombarde che sono state oggetto di chiusura obbligatoria in conseguenza all’emergenza epidemiologica Covid-19, per l’adozione di misure adeguate alla ripresa in sicurezza dell’attività d’impresa sia per i lavoratori, sia per i clienti/utenti, sia per i fornitori.

Stanziamento complessivo: € 19.180.000,00

I beneficiari sono le micro e piccole imprese aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti nei settori del commercio al dettaglio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi, dell’istruzione e dello sport.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto, fino al 60% delle spese ammesse per le piccole imprese e fino al 70% per le micro imprese.
Il contributo è concesso nel limite massimo di 25.000 euro e l’investimento minimo è fissato in  2.000 euro.

Sono ammissibili spese sostenute a partire dal 22 marzo 2020

Le domande di contributo dovranno essere presentate a Unioncamere Lombardia esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito http://webtelemaco.infocamere.it.

Le domande di contributo corredate dalla rendicontazione potranno essere presentate a partire dal 28 maggio 2020 e dovranno pervenire entro e non oltre il 10 novembre 2020.
L’impresa presenterà richiesta di contributo dopo aver effettuato l’investimento e ultimato i lavori di installazione, allegando i relativi giustificativi di spesa quietanzati.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda.

In allegato il testo del bando approvato 

Chi può partecipare

Micro e piccole imprese lombarde (definizione di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651/2014) aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti nei settori del commercio al dettaglio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), dell’artigianato, del manifatturiero, dell’edilizia, dei servizi, dell’istruzione e dello sport.

Sono escluse le attività consentite dal D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, 22 marzo 2020 e Decreto Ministeriale 25 marzo 2020, nonché le imprese che hanno esercitato in deroga ai sensi del d.p.c.m. 22 marzo 2020 e 10 aprile 2020.
Saranno invece ammissibili le imprese la cui attività era tra quelle consentite ma che hanno deciso di introdurre il lavoro agile (assolvendo gli obblighi previsti dall’art. 4 del d.p.c.m. 1 marzo 2020) per tutti i dipendenti, ad eccezione di quelli le cui mansioni devono essere svolte interamente fuori dalla sede dell’impresa (a titolo esemplificativo autisti, trasportatori, vigilanti, addetti alle pulizie, etc). Sono esclusi dal conteggio i lavoratori per i quali è stata attivata la cassa integrazione.

Risorse disponibili

La dotazione complessiva del bando è pari a € 19.180.000,00, di cui € 15.700.000,00 euro stanziati da Regione Lombardia, ed € 3.480.00,00 messe a disposizione dalle Camere di Commercio su base territoriale.

Caratteristiche dell'agevolazione

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese ammissibili per le piccole  imprese e fino al 70% delle spese ammissibili per le micro imprese, nel limite massimo di € 25.000,00.

L’investimento minimo è pari a € 2.000.

Il contributo è erogato ai beneficiari in esito alla verifica positiva da parte di Unioncamere Lombardia della documentazione trasmessa con la domanda di contributo, entro 50 giorni a decorrere dalla presentazione della domanda.

Come partecipare

Le domande di contributo dovranno essere presentate a Unioncamere Lombardia esclusivamente tramite il Portale http://webtelemaco.infocamere.it, a partire dal 28 maggio 2020 e dovranno pervenire entro e non oltre il 10 novembre 2020.

Informazioni e contatti

Tutte le richieste di informazioni circa i contenuti del bando e sulla procedura di presentazione delle domande dovranno essere inviate alla seguente mail: territorio@lom.camcom.it mentre per problemi tecnici di natura informatica contattare direttamente il Contact Center di Infocamere al numero +39 049 20 15 215.

Procedura di selezione

L’assegnazione del contributo avverrà sulla base di una procedura valutativa “a sportello” a rendicontazione secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta.

Allegati

FileTipo e dimensioneUltima modifica
 allegato-1_attivita-ateco-ammesse-al-bando-tranne-deroghexls - 120,50 kb04/06/2020 08:52:29
 allegato-2_attivita-ateco-ammesse-solo-smart-workingxls - 109,00 kb04/06/2020 08:52:30
 allegato-b_prospetto-spese-bando-safe-working_v6_cellebloccatexlsx - 34,00 kb04/06/2020 08:52:36
 allegato-c-autocert-antimafiadoc - 49,50 kb04/06/2020 08:52:29
 allegato-d_dich_inps_inaildocx - 16,44 kb04/06/2020 08:52:29
 allegato-e_delegadocx - 19,80 kb04/06/2020 08:52:30
 allegato-f-informativa-privacydocx - 25,04 kb04/06/2020 08:52:30
 all_-a-modulo-domandadocx - 188,74 kb04/06/2020 08:52:28
 bando-safe-working_defpdf - 862,96 kb04/06/2020 08:52:36

Condividi:

Servizio di newsletter

Vuoi essere regolarmente informato sulle attività amministrative?
Iscrivi il tuo indirizzo di posta elettronica per rimanere sempre informato sulle notizie ed eventi...


Premendo il pulsante "Iscrivimi" sarai indirizzato ad una pagina per confermare il trattamento dei dati personali.


Contatta il Comune
Un pratico modulo da compilare per corrispondere direttamente con gli uffici comunali.


URP - Ufficio per le Relazioni con il Pubblico
Punto di incontro e di dialogo tra i cittadini e l'Amministrazione Comunale.
Uno spazio per favorire l'ascolto, informare e semplificare l'accesso a tutti i servizi e gli uffici comunali.

torna all'inizio del contenuto